Trasforma il dovere in piacere e il piacere in dovere. Un'azione al giorno...per ricominciare alla grande - Cesvipe

Vai ai contenuti

Menu principale:

Articoli e Curiosità > Psicologia

Trasforma il dovere in piacere e il piacere in dovere
Un'azione al giorno... per ricominciare alla grande!
Oggi è questo il mio invito: “comincia ad agire per integrare il piacere e il dovere”… agisci in base ad una consapevole distinzione tra ciò che devi e ciò che vuoi. Alcune attività devono essere fatte per mantenere un adeguato rapporto con la realtà, ad esempio, devi lavorare per campare. Altre attività devono basarsi su ciò che vuoi, su ciò che ti piace. Quando poi riesci a trasformare le attività che devi fare in attività che ti piace fare, che ti appassionano, che ti entusiasmano, ad esempio, un lavoro gratificante senza la depressione da rientro o l’ansia del lunedì mattina, allora sei molto vicino alla felicità e al senso di realizzazione personale. Non è un discorso “tutto o nulla”. “Puoi cominciare da ora… gradualmente… a trasformare ciò che devi in ciò che ti piace… e magari a trasformare le tue passioni in ciò che ti fa campare…”. Comunque sia puoi cominciare da oggi a ricavarti del tempo per ciò che ti dà piacere, gioia, vitalità, entusiasmo… Imponiti il piacere come regola! Come un bambino, come il bambino che sei stato, quando tutto era passione, libertà, coinvolgimento pieno, tanti coinvolgimenti pieni… e facevi semplicemente ciò che ti attraeva, ciò che ti appassionava. Per te bambino, fino ad un certo momento della tua vita, esisteva solo il fare le cose che ti piacevano. Poi gradualmente ti è stato trasmesso il senso del dovere, la necessaria frustrazione, il rimandare la gratificazione, il dover fare per dovere ottenere, la prestazione in cambio di un premio, un qualche tipo di punizione o privazione se non facevi quello che dovevi fare … Gradualmente hai imparato a mettere “prima il dovere e poi il piacere”… e questo in una certa misura è buono, sano e giusto quando sei nelle tue responsabilità di adulto e nella necessità di vivere nella realtà condivisa della spesa, delle bollette, delle tasse … Solo che quasi sempre ci è stato insegnato che dovere e piacere sono due esperienze distinte e separate… necessariamente distinte e separate… Oggi puoi modificare questa convinzione interiorizzata e “puoi imparare ad integrare il duro lavoro con il divertimento, la fatica con la passione…” Armati di tutta la tua creatività per inventarti ogni giorno piccole e grandi attività, a cominciare da quelle che già fai ogni giorno, in cui “mentre fai quello che devi fare trovi il modo di farlo con divertimento, piacere, passione, entusiasmo, pienezza…“ Attrezzati con tutta la flessibilità di cui disponi per “rendere ogni tua azione necessaria un’azione fatta con piacere…” E impara a rendere dovere ciò che ti appassiona e quindi a creare piacere nelle cose che fai… Irritante vero? Sembra una missione impossibile… ed effettivamente lo è se tu consideri questa trasformazione come qualcosa da fare dall’oggi al domani… È possibile, invece, anzi probabile, per non dire certa, se parti da un primo passo fondamentale che è quello di “focalizzare ciò che ti appassiona”… individuare effettivamente, come forse non hai mai fatto veramente, che cosa ti fa ardere di desiderio… cosa ti entusiasma… cosa ti coinvolge in pieno proprio come quando eri
bambino… Ovviamente sempre da verificare nella realtà… La realtà è sempre il parametro di riferimento dell’adulto consapevole e responsabile… Se sei appassionato di droghe e rapine………. Chiarito questo… Passa all’azione. Dimentica per un po’ il tuo dovere (il lavoro, i doveri, gli impegni stressanti) e “inizia a ricavare del tempo per fare ciò che ti piace davvero, un po’ di tempo al giorno, anche solo pochi minuti, inizia comunque a fare ciò che ti piace”…
Scrivi 5 attività che proprio ti piace fare… e semplicemente inizia a farle… il tempo è una scelta…



Leggi Anche...

Psicologia
Non solo Pasta...
Comportamenti Alimentari.
Cosa facciamo e come lo facciamo fa la differenza!
Curiosità
 
Torna ai contenuti | Torna al menu