Il coraggio della trasformazione - Cesvipe

Vai ai contenuti

Menu principale:

Articoli e Curiosità > Psicologia

Il coraggio della trasformazione
Cosa ti serve per passare dalla tua attuale situazione ad una situazione che vorresti vivere? A casa, sul lavoro, con gli amici, in campo finanziario, con te stesso? Cosa ti serve per tradurre i tuoi sogni in situazioni reali? Cosa DEVI FARE per rendere concreti i tuoi desideri? Occorrono diversi ingredienti. Ci vuole sostanzialmente CORAGGIO.Coraggio unito ad una spinta profonda a realizzare la vita che desideri e a diventare la persona che hai sempre sentito di essere. Ci vuole l’accesso alla tua essenza più intima dove puoi trovare il sentiero per arrivare dove vuoi arrivare. Però. C’è un però. Devi decidere di percorrere quel sentiero. Devi uscire dalle maschere del quotidiano per attingere alle tue risorse più profonde, al tuo stato di pienezza di risorse. Oltre i ruoli auto-imposti dalla vita che hai costruito finora, oltre i limiti che sei abituato a darti o a credere di avere, verso lo sviluppo della ghianda che sei e della quercia che potenzialmente puoi diventare. Una volta deciso di scendere sul sentiero della crescita (che è sinonimo di strada del successo) devi cominciare ad affrontare le insidie che man mano andrai incontrando. I mostri. I blocchi. I trabocchetti. I draghi. Le emozioni irrisolte del passato, rimpianti, rancori, recriminazioni, ferite ancora aperte. Le emozioni apatiche, quelle che ti fanno sentire vittima delle circostanze e dell’esterno, che ti impediscono di assumerti realmente la responsabilità di ciò che vivi, che ti lasciano al punto di partenza. Le cose non ti capitano, sei tu a sceglierle. Intanto continui ad essere assediato dalla PAURA, in primis dalla paura dell’ignoto, madre di tutte le paure. Che succederà se cambio lavoro? Che succederà se lascio il mio partner? Che succederà se investo in questo progetto? La ricerca della certezza e della sicurezza ci fa preferire il comodo stagnante e ci allontana dal rischio, dalla sfida avvincente, dal mistero. Ciò che succede se ti blocchi nella paura è il fallimento che volevi evitare, la stasi, la vita senza gioco, la crescita senza maturità, l’invecchiamento senza saggezza. Diventi preda dell’INSICUREZZA, lo stato d’animo attraverso cui ti focalizzi sulle tue debolezze, alimentando dentro di te il dubbio sulle tue capacità. È il dialogo interno auto-svalutante che attiva scuse e giustificazioni, per rimandare. Per non agire.
Sarò capace? Sarò all’altezza? Questi i pensieri che rimbombano dentro di te o che strisciano silenti, che alimentano comunque il sentimento di insicurezza!!! E finisci per raccontarti che non è per te, ti credi una volpe e non puoi ammettere che l’uva squisita se la stanno gustando gli altri. Ti paralizzi ed entri in confusione. RIMANDI A MAI quello che potrebbe farti stare meglio ora. Ogni processo di evoluzione si arresta. Ti senti congelato, inchiodato, con le spalle al muro. Ti abitui a restare immobile, sempre uguale a te stesso, un involucro vuoto, rassegnato, un morto vivente. Non comprendi più niente intorno a te, chi sei e che vuoi. Cosa ti piace e cosa non ti piace. Sei pieno solo dei tuoi stessi limiti che ti imponi, degli orizzonti che non riesci a guardare, delle etichette che ti sei affibbiato e a cui hai cominciato a credere come fossero realtà indelebili di un’identità scolpita sulla roccia. Io sono così di carattere. Io sono questo e non posso essere altro. L’etichetta è un limite molto grande perché ti incapsula in una serie di cose che ti appartengono e anche in una serie di cose che non ti dovrebbero appartenere. È la morte della possibilità e della trasformazione personale. La perdita del tesoro della tua unicità oltre quello che hai di simile agli altri. Come se tutti gli uomini fossero uguali. O tutte le donne fossero uguali. O tutti i musulmani fossero uguali. O tutti gli appartenenti a quella categoria fossero al cento per cento identici agli altri appartenenti a quella stessa categoria.
Ogni strategia di crescita e trasformazione deve fare i conti con queste insidie. Come puoi affrontare e uccidere questi mostri che vogliono frenare la tua spinta al miglioramento? Individua gli elementi essenziali per la tua vita e la tua crescita: i tuoi VALORI, i tuoi SCOPI e i tuoi OBIETTIVI, le AZIONI NECESSARIE.
1 Cosa è importante per me?
2 Chi voglio essere e come voglio sentirmi?
3 Cosa voglio raggiungere? Cosa devo fare ora?
E la strada verso la vita che vuoi sarà un sentiero faticoso da percorrere e, al tempo stesso, ricco di cose preziose di cui nutrirti, da vedere, da sentire, da percepire, da assaporare.


Leggi Anche...

Psicologia
Non solo Pasta...
Comportamenti Alimentari.
Cosa facciamo e come lo facciamo fa la differenza!
Curiosità
 
Torna ai contenuti | Torna al menu