Cosa Fare - Cesvipe

Vai ai contenuti

Menu principale:

Bambini e Ragazzi

Cosa Fare

La Terapia dei Bambini

Tutti i grandi sono stati bambini una volta.
Ma pochi di essi se ne ricordano
(Antoine De Saint - Exupery)

Nell'ottica di rispettare l'unicità di ogni bambino strutturiamo interventi integrati personalizzati coinvolgendo i principali agenti educativi coinvolti nella sua quotidianità (famiglia, famiglia allargata, scuola, ecc..) realizzando attività sia individuali che di gruppo integrando diverse discipline.

In particolare, effettuiamo le seguenti attività:
Psicodiagnosi con l'ausilio di test
Osservazione
Interventi psico-educativi personalizzati
Psicoterapia ad approccio integrato
Psicoterapia in gruppo
Percorsi laboratoriali-espressivi a tema
Sostegno alla genitorialità'
Training genitoriale in situazione
Terapia familiare
Logopedia
Neuropsicomotricità
Neuropsichiatria infantile

La Nostra Equipe



Dott.ssa Anna Maria Cianfriglia, psicologo, psicoterapeuta, insegnante di scuola primaria, docente e supervisore in valutazione, trattamento e prevenzione dei DSA, progettista presso il MIUR

Terapia in Gruppo per Bambini

Insieme è Meglio!
Gioco, Legame e Cambiamento

Il gruppo è sicuramente una delle risorse più efficaci per il lavoro psicoevolutivo con i bambini. Lo scopo è quello di aiutarli nella loro crescita potenzianzo le loro risorse attraverso le relazioni con i pari. Il lavoro di gruppo, attraverso il gioco e il disegno, diventa luogo dove dare parola alle proprie emozioni e al mondo interno. Utilizzando canali comunicativi complessi permette lo sviluppo delle parti dell'identità meno utilizzate nel rapporto con gli adulti, attraverso la costruzione di relazioni profonde, sicure ed emotivamente significative.


Laboratori per Bambini a tema

Bambini in Gioco
Animazione alla Lettura e Creatività Sonora

"Perchè ogni cosa che un bambino fa ha qualcosa di straordinario ed unico"

Il laboratorio si propone di sviluppare le potenzialità  espressive e creative del bambino, attraverso il lavoro corporeo, la socializzazione e la comunicazione, con l'obiettivo  di insegnare ai bambini a star bene con se stessi e con gli altri, educandoli con l’affettività all’affettività, rendendoli capaci di riconoscere, controllare e comunicare le proprie emozioni, di saper vivere insieme agli altri con serenità, senza esserne sopraffatti.

Ciò vuol dire aumentare la loro capacità di affrontare positivamente le situazioni difficili della vita.

Bambini a Tavola!
Percorso educativo per bambini per imparare a conoscere gli alimenti assaggiando, toccando, annusando e giocando con essi

Così come negli adulti, anche nei bambini un'alimentazione eccessiva abbinata ad un insufficiente dispendio energetico è causa di sovrappeso e obesità con conseguente aumento del rischio di alterazioni del metabolismo lipidico o di patologie cardiovascolari. Meno evidenti, ma altrettanto pericolosi sono i danni psicologici che il sovrappeso arreca a bambini e adolescenti: difficoltà a relazionarsi, bassa autostima, difficoltà scolastiche, disturbi del comportamento alimentare. Modificare le abitudini alimentari nei bambini può risultare un'impresa lunga e difficile, tuttavia l'esempio degli adulti è di estrema importanza per poter apportare dei cambiamenti duraturi. Le problematiche da affrontare sono diverse: colazione scarsa o assente, rifiuto di mangiare alcuni alimenti come ad esempio le verdure, consumo eccessivo di bevende dolci e snack troppo ricchi in grassi e zuccheri, scarso movimento durante la giornata.
Come intervenire?
Le restrizioni caloriche sono sempre estremamente rischiose perchè possono portare allo sviluppo di un disturbo del comportamento alimentare di tipo bulimico e/o anoressico. La perdita di peso non è dunque l'obietivo primario, ma diviene la conseguenza di un cambiamento duraturo dello stile di vita e delle abitudini alimentari.
Nel bambino in sovrappeso è importante fornire conoscenze ed esperienze che lo guidino a piccoli passi verso un'alimentazione più variata ed equilibrata recuperando i segnali corporei di fame e sazietà.
A tale scopo vengono enfastizzati concetti come ad esempio:
  • Non ci sono cibi "cattivi"
  • Le merendine non sono proibite
  • Proviamo insieme a conoscere e ad assaggiare una verdura nuova
Un modo efficace per insegnare a scegliere gli alimenti più adatti alla propria alimentazione è l'utilizzo del sistema del semaforo rosso, giallo e verde facilmente comprensibile anche dai più piccoli. Con il semaforo dei cibi il bambino imparerà che non esistono cibi proibiti, ma che al contrario può mangiare tutto a patto che si faccia attenzione alle porzioni e alla frequenza.
Essenziale è dunque la prevenzione nel bambino del sovrappeso e delle patologie associate, a tale scopo verranno organizzati dei laboratori con finalità educativa. Obiettivo di questi percorsi è insegnare, attraverso il gioco, l'educazione al gusto, la relazione tra alimentazione e benessere e le scelte consapevoli permettendo ai bambini di sperimentare attraverso i cinque sensi: manipolazione del cibo, utilizzando in modo creativo e rendendolo protagonista di storie, preparazione di semplici ricette, riconoscere i frutti dell'odore, assaggiare cibi nuovi.
Verranno proposti di volta in volta temi diversi:
  • L'importanza della colazione
  • Cosa mangio a merenda?
  • Ogni verdura e ogni frutto ha la sua stagione
  • Oggi cucino io
  • Vado a fare la spesa
...e tanto altro ancora.

 
Centro per lo Sviluppo Integrato della Persona
Via J.F.Kennedy, 1 - Grottaferrata 00046 (RM)
Tel. 069456712 - 3351854253 - info@cesvipe.it
Torna ai contenuti | Torna al menu