3 principi di efficacia relazionale - Cesvipe

Vai ai contenuti

Menu principale:

Articoli e Curiosità > Psicologia

3 principi di efficacia relazionale
Ascolta prima di ogni altra cosa. In qualunque ruolo ti trovi. Nella coppia o al lavoro. Coi figli o con estranei. Impegnati a guardare la situazione dal punto di vista dell’altro. È la prima mossa per risolvere problemi e superare conflitti. Chiedi perché ti sia dato. Raramente ottieni quello che vuoi perché l’altro ha capito il tuo bisogno o desiderio. Se ti aspetti che accada questo… Aspetta e spera… e decidi quando vuoi abbandonare questa aspettativa fallimentare. Per iniziare a chiedere quello che vuoi. Più sarai concreto e specifico nella tua richiesta e più aumenteranno le probabilità di essere ascoltato e compreso. Forse anche soddisfatto… Dì No all’altro per dire Sì a te stesso. Le relazioni sono organizzate intorno al reciproco scambio di pensieri ed emozioni che servono a soddisfare i bisogni delle persone coinvolte. È importante che in ogni relazione, personale o professionale, ci sia un adeguato equilibrio tra dare e avere, anche e soprattutto quando esiste uno sbilanciamento di potere come, ad esempio, tra genitori e figli o tra capi e collaboratori. A volte, è fondamentale essere “sanamente” egoisti agendo per realizzare i propri bisogni e desideri, imparando ad accettare di deludere gli altri, soprattutto quelli a cui vogliamo più bene, affrontando il giudizio degli altri (che pensano semplicemente dal loro punto di vista e ai loro bisogni) e il senso di colpa generato dal feroce giudice interiore che non smette mai di raccontarci la storia del “sei cattivo se pensi a te…”.


Leggi Anche...

Psicologia
Non solo Pasta...
Comportamenti Alimentari.
Cosa facciamo e come lo facciamo fa la differenza!
Curiosità
 
Torna ai contenuti | Torna al menu